Energia

I 10 più gravi incidenti nucleari della storia

Ripercorriamo la storia dei dieci più gravi e drammatici incidenti nucleari del mondo, da quelli più conosciuti a quelli censurati dalle autorità militari.

Quando si sente parlare di incidenti nucleari, è impossibile non sentire correre un brivido lungo la schiena.

Anche se la maggior parte delle persone, soprattutto in Italia, non hai mai avuto esperienze dirette o indirette di questo tipo, i resoconti dei mass-media e una paura istintiva per qualcosa che non è visibile come le radiazioni nucleari, ci porta ad un vero e proprio terrore a riguardo.

Perciò, sorprenderà molti scoprire che anche i più drammatici incidenti nucleari verificatisi fino ad oggi hanno causato un numero di vittime contenuto, rispetto ad altri eventi catastrofici come terremoti, incendi o alluvioni. Naturalmente, la contabilità dei danni nel caso delle catastrofi nucleari deve tener conto anche degli effetti contaminanti negli anni seguenti e la cosa rende abbastanza complicato e opinabile il resoconto delle statistiche a riguardo.

Gli incidenti nucleari si misurano in base all’International Nuclear Event Scale (INES) che, pur non essendo una perfetta rappresentazione della gravità di un incidente, è l’unico indice disponibile con un minimo di affidabilità. Sulla scala INES esistono 8 livelli, dal livello zero, assegnato ad anomalie minori e senza rilevanza per la sicurezza, fino al livello sette, per le catastrofi più gravi. Inoltre, è importante sapere che si tratta di un indice a scala logaritmica, il che significa che ogni livello successivo è circa 10 volte più grave di quello precedente.

In considerazione di tutto ciò, ecco i 10 più gravi incidenti nucleari della storia.

1

CHERNOBYL (Ucraina). Il disastro nucleare di Chernobyl si è verificato il 26 aprile 1986, quando la centrale nucleare era sotto il controllo delle autorità centrali dell’Unione Sovietica. Una esplosione e un incendio rilasciarono grandi quantità di particelle radioattive nell’atmosfera, che si diffusero su gran parte dell’URSS occidentale e in Europa. Viene considerato il peggior incidente nucleare della storia in termini di costi e in termini di morti, classificato come evento a livello 7, sulla scala internazionale degli eventi nucleari. Per contenere la contaminazione e scongiurare danni maggiori, sono stati impiegati 500 miliardi di rubli. Nell’incidente sono morte 31 persone, mentre tentavano di spegnere l’incendio, ma gli effetti a lungo termine sulla salute delle persone non sono stati ancora contabilizzati.

2

FUKUSHIMA (Giappone). Questo incidente, anch’esso classificato come evento a livello 7,  è stato causato da un errore irreversibile alla centrale nucleare di Fukushima I, in data 11 marzo 2011, con conseguente crollo di tre dei sei reattori nucleari della centrale. L’errore si è verificato quando l’impianto è stata colpito da uno tsunami innescato dal terremoto di Tōhoku. Tuttavia, nessuno morì durante l’incidente, ma le conseguenze sulla salute delle persone furono drammatiche e, secondo alcuni studi, indotte non solo dalla contaminazione ma anche dallo stress dell’evento.

3

KYSHTYM (Russia). Era il 29 settembre 1957 a Mayak, in Unione Sovietica, un sito di produzione di plutonio per armi nucleari e un impianto per il ritrattamento di combustibile nucleare, quando si verificò l’incidente. La contaminazione radioattiva, un livello 6, colpì la la città di Ozërsk, costruita intorno all’impianto. Poiché Mayak/Ozërsk non sono segnate sulle mappe geografiche, il disastro è stato chiamato Kyshtym, al nome della città conosciuta più vicina. Il numero di morti in questo incidente non è noto a causa della censura sovietica.

4

WINDSCALE (Regno Unito). L’incendio di Windscale, avvenuto il 10 ottobre 1957, è stato il peggior incidente nucleare della storia della Gran Bretagna, classificato a livello 5 nell’International Nuclear Event Scale. Quel giorno, il nucleo del reattore dell’Unità 1 prese fuoco, bruciando per 3 giorni, con un rilascio di materiale radioattivo in tutto il Regno Unito e in Europa. Si è stimato che l’incidente ha causato 240 nuovi casi di cancro.

5

THREE MILE ISLAND (Stati Uniti). Questo incidente si è verificato il 28 marzo 1979 a Dauphin County, Pennsylvania, con la parziale fusione di uno dei reattori nucleari. L’incidente è stato classificato di livello 5.

6

GOIANIA (Brasile). Verificatosi il 13 settembre 1987, a Goiânia, nello stato brasiliano di Goiás, è stato un incidente di contaminazione radioattiva al Cesio-137, dopo che una vecchia fonte di radioterapia fu rubata da un sito ospedaliero abbandonato, passando di mano in mano, causando quattro morti e contaminando 112.000 persone. Secondo il Time è stato uno dei peggiori disastri nucleari del mondo.

7

SL-1 (Stati Uniti). Era un reattore sperimentale nucleare dell’esercito americano che, il 3 gennaio 1961, esplose uccidendo tre operatori. L’incidente rilasciò circa 80 curie di iodio-131 e circa 1.100 curie di prodotti di fissione in atmosfera.

8

SAINT-LAURENT (Francia). La Power Station nucleare di Saint-Laurent si trova nel comune di Saint-Laurent-Nouan a Loir-et-Cher, sul fiume Loira, a 30 chilometri da Orléans. Il 17 ottobre 1969, 50 chilogrammi di uranio in uno dei reattori cominciarono a sciogliersi. Questo incidente è stato classificato a livello 4.

9

RA-2 RESEARCH REACTOR (Argentina). Il 23 settembre 1983, durante un esperimento nella configurazione del nocciolo del reattore, furono commessi errori in violazione alle norme di sicurezza da parte di un operatore che ricevette 200 Rads dai raggi gamma e 1.700 Rads dai raggi di neutroni. Questa enorme quantità di radiazioni lo uccise in due giorni.

10

TOKAIMURA (Giappone). Tōkai è un villaggio situato in Giappone, sulla costa del Pacifico. Il 30 settembre 1999 un incidente nell’impianto di ritrattamento nucleare, causato dall’inesperienza di 3 operai che stavano preparando un piccolo lotto di combustibile per il reattore sperimentale autofertilizzante Joyo, scatenò la reazione a catena di fissione nucleare, con l’emissione di grandi quantità di raggi gamma e radiazioni di neutroni.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend